Braided Marble, Marmo intrecciato

Mercoledì, 01 Ottobre 2014

Decormarmi_marmomacc1_xl

24-27 settembre
Pad 1: Marmomacc - Veronafiere
Concept espositivo di Benedetta Tagliabue realizzato da Decormarmi

Dall'incontro fra il carisma e l'estro progettuale dell'architetto italiano, con sede a Barcellona, Benedetta Tagliabue e la sensibilità artistico-interpretativa di Decormarmi scaturisce un'installazione all'avanguardia, fino ad evocare le delicate forme e la leggera flessibilità del vimini.
Il concept si basa su un sistema di pannelli ondulati che riprendono la texture del vimini intrecciato. Ne risulta un volume sospeso e leggero composto da marmi dai colori che ripropongono i cromatismi del vimini. In contrapposizione alla levità del marmo intrecciato, i blocchi grezzi, utilizzati per il pavimento.
Il visitatore si misurerà con un'installazione alta 5 metri e lunga 7 metri, un elegante elemento dalla finissima fattura, che celebra progettualità e realizzazione tecnologica, connubio tra vision dell'architetto e tecnica dell'azienda italiana, una comune forza generatrice di un allestimento vibrante energia, sensazioni, immagini e colori.

Benedetta Tagliabue

Laureatasi all'Istituto di Architettura di Venezia (IUAV), è stata docente presso la Harvard University, la Columbia University e la ETSAB di Barcellona, ed è attualmente direttore dello studio internazionale di architettura Miralles EMBT con sedi a Barcellona e Shanghai.
Tra i suoi progetti più importanti realizzati ci sono il Parlamento di Edimburgo, il parco Diagonal Mar e il mercato di Santa Caterina a Barcellona, il Campus Universitario di Vigo, e il Padiglione spagnolo nell'Expo di Shanghai 2010. Tra i progetti in corso: la Business School dell'Università Fudan di Shanghai, le torri per uffici in Taiwan e Taichung, lo spazio pubblico di HafenCity di Amburgo in Germania, e le residenze sociali di Barajas a Madrid.
La sua architettura poetica, sempre attenta al contesto, ha vinto premi internazionali nel campo della progettazione architettonica e dello spazio pubblico.

Vai alla gallery completa